ASIA,  EMIRATI ARABI UNITI

La Grande Moschea bianca di Abu Dhabi

Costruita per volere dello Sceicco Zayed per unire le diversità culturali del mondo islamico, la Grande Moschea bianca è uno dei simboli di Abu Dhabi, la capitale degli Emirati Arabi Uniti, e da sola vale il viaggio in questa città.

 

La Grande Moschea dello Sceicco Zayed

La moschea bianca di Abu Dhabi è una delle più grandi del mondo, può ospitare fino a 40.000 fedeli e rappresenta oggi uno dei più importanti esempi di architettura islamica contemporanea.

Realizzata interamente in marmo bianco, simbolo di purezza, e decorata da eleganti motivi floreali, la moschea stupisce per la sua eleganza e per le sue dimensioni: occupa una superficie di circa 22.000 mq, pari al doppio della Basilica di San Pietro a Roma! 

 

Grande Moschea dello Sceicco Zayed, Abu Dhabi

 

La costruzione della Grande Moschea Sheikh Zayed è iniziata nel 1996 con l’intento di diventare un’opera che unisce le diversità del mondo. Dal 2007 è aperta al pubblico ed è una delle poche moschee nella quale possono entrare anche i non mussulmani.

Pare infatti che lo Sceicco Zayed (seppellito nella moschea dopo la sua morte, nel 2004) ispirò la sua vita e il suo operato a una versione dell’Islamismo lontano dagli estremismi, improntato alla tolleranza, al rispetto e alla valorizzazione delle diversità

Non è un caso, infatti, che siano stati usati materiali e impiegati artigiani provenienti da diversi Paesi come Marocco, Turchia, Iran, India, Cina, Germania, Grecia e gli stessi Emirati Arabi.

Anche l’Italia ha contribuito nella costruzione di quest’opera imponente, fornendo il marmo di Carrara, che riveste le sale interne e la Qibla, il muro orientato verso la Mecca dove i fedeli si inginocchiano per pregare, mentre i lampadari all’interno della moschea e gli intarsi delle colonne sono realizzati con il vetro di Murano.

 

Grande Moschea bianca, Abu Dhabi

 

Il colore bianco del marmo è il suo segno distintivo e la grandezza della sua architettura la rende l’ottava moschea più grande al mondo: ha 80 cupole, circa 1.200 colonne, sette enormi lampadari placcati d’oro a 24 carati e bellissimi mosaici che ricoprono i muri e il cortile interno.

Moschea dello Sceicco Zayed, Abu Dhabi

 

La Moschea vanta anche altri primati, tra i quali il tappeto più grande del mondo, realizzato a mano e assemblato sul posto da artigiane dell’Iran: è stato realizzato in 12 mesi dalle abili mani di circa 1200 artigiane e occupa una superficie di 5.700 mq.

All’interno della sala di preghiera principale, inoltre, c’è il lampadario più grande del mondo placcato d’oro dal peso di circa 12 tonnellate.

 

Grande Moschea dello Sceicco Zayed, Abu Dhabi -lampadario

 

All’esterno invece, le vasche d’acqua e le fontane che circondano l’edificio creano uno spettacolare gioco di specchi e riflessi che enfatizzano l’articolata struttura, mentre di notte il bianco e l’oro che dominano la Moschea lasciano il posto a giochi di luci che cambiano a seconda delle fasi lunari.

Inutile dire che il momento più suggestivo per visitare la moschea è sicuramente al tramonto.

 

Grande Moschea dello Sceicco Zayed, Abu Dhabi

 

Cosa sapere

  • L’ingresso è gratuito. Si può entrare ogni giorno dalle 9 alle 22, tranne il venerdi quando l’accesso per i non mussulmani è dalle 16.30 alle 22.
  • Uomini e donne entrano separati. All’ingresso vengono controllati borse e zaini. Quelli più grandi e ingombranti devono essere lasciati al deposito. Non è possibile fumare né introdurre cibo o bibite, inclusa l’acqua.
  • È necessario un abbigliamento consono per entrare nella moschea che rispetti i dettami islamici. Per le donne testa e spalle devono essere coperte e i vestiti non devono essere troppo attillati o trasparenti. Non sono ammesse scarpe con il tacco. Se non siete vestite “decentemente”, è possibile prendere in prestito gratuitamente l’abaya, abito lungo tradizionale che copre testa, spalle e corpo, da restituire all’uscita. Gli uomini devono indossare pantaloni lunghi e magliette o camicie che coprano le spalle (no canottiere).
  • Si entra scalzi. Le scarpe devono essere lasciate in apposite scaffalature all’esterno della moschea. Ricordatevi dove le avete lasciate, perché altrimenti all’uscita non sarà facile ritrovarle! Se vi dà fastidio girare a piedi nudi potete indossare i calzini.
  • Si può girare tranquillamente da soli e senza limiti di orario (tranne quelli di apertura e chiusura). È possibile noleggiare gratuitamente un’audioguida (disponibile anche in italiano), lasciando un documento di riconoscimento a garanzia.
  • È possibile anche fare delle visite guidate gratuite nei seguenti orari: dalla domenica al giovedì alle ore 10, 11 e 17, il venerdì alle 17 e alle 19, il sabato alle 10, 11, 14, 17 e 19. I gruppi devono prenotare obbligatoriamente le visite sul sito, per i singoli è sufficiente presentarsi 15 minuti prima dell’orario.
  • Fate attenzione che durante il Ramadan gli orari cambiano! Per info dettagliate e sempre aggiornate potete fare riferimento al sito della moschea.
  • Come arrivare: il modo più comodo e veloce, soprattuto se avete poco tempo, è con il taxi. Se volete risparmiare un po’, la moschea è raggiungibile anche con l’autobus (A1 dall’aeroporto e dal centro), ma la fermata più vicina si trova a circa 10 minuti a piedi. Infine, se avete un’interna giornata da dedicare alla città, un’altra opzione è il Big Bus Tour, il famoso autobus rosso turistico che fa fare il giro di tutta la città, fermandosi vicino alle attrazioni principali.  

 

Hits: 632

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: